Intervista a Valeria Usala

28 aprile 2022 Beatrice Assorgia 0 commenti

Valeria Usala è nata a Cagliari nel 1993 ed è un ex alunna del liceo Pacinotti, si è Laureata in Lingue e comunicazione, ha poi conseguito un diploma in Filmmaking all’Ateneo del cinema di Roma e un diploma in Storytelling presso la Scuola Holden di Torino. Il suo romanzo d’esordio “La Rinnegata” è stato pubblicato ad aprile 2021, edito dalla Garzanti. Il libro è rimasto per un lungo periodo nei primi posti delle classifiche di vendita, tanto da vedere la seconda edizione pubblicata quasi subito, ricevendo da svariate parti critiche sempre molto positive.

Un nuovo itinerario nell’arte

11 aprile 2022 Beatrice Assorgia 0 commenti postato in arte, cultura

“LICEO SCIENTIFICO STATALE ANTONIO PACINOTTI”. Si capisce dal nome. Si capisce dalla forma regolare che le lettere assumono tutte in fila. Si capisce dalla sensazione di ordine che si avverte pronunciandolo!

Tutto in questa scuola trasuda, o almeno dovrebbe, scienza e tutto ciò che colleghiamo istintivamente a essa: la logica, il controllo, un metodo preciso e studiato di fare tutto ciò che deve essere fatto e la certezza che giusto e sbagliato esistono ed esisteranno sempre, soprattutto su un piano oggettivo.

Giovani riflessioni sulla guerra in Ucraina

14 marzo 2022 Daniele Fois 0 commenti postato in novus

È la prima volta che i ragazzi della nuova generazione sentono parlare di una guerra a loro vicina.

Un cordiale saluto a tutti

11 gennaio 2022 Andrea Casu 0 commenti postato in novus

Con queste righe inizio, con un po’ di emozione, questo nuovo incarico.
Sono riconoscente a tutte le persone che vivono e lavorano con impegno in questa istituzione scolastica “Pacinotti”, ma soprattutto ringrazio la dirigente Prof. Valentina Savona e il Professor Massimo Pettinau (mio predecessore) per la fiducia dimostrata nei miei confronti e per l’accoglienza ricevuta, nella speranza di poter, umilmente e spero degnamente, proseguire lungo la strada da lui tracciata in questi anni con la sua umanità e sensibilità apprezzata e riconosciuta da tutti.

Arrivederci e grazie

10 gennaio 2022 Massimo Pettinau 0 commenti

Era il 26 maggio 2017 quando, in punta di piedi, entravamo nello spazio delle reti digitali, ospitati dall’Istituzione che accompagna gli studenti per cinque anni altamente formativi per la loro vita. In tanti si sono impegnati per questa impresa di NOVUS con serietà e leggerezza.

Eleonora d'Arborea: una donna d'altri tempi?

18 marzo 2021 Daniela Carta 0 commenti postato in cultura

Siamo nel XIV secolo, esattamente nel 1383, Eleonora de Serra Bas, figlia del giudice d’Arborea Mariano IV, sale al trono dopo la morte del fratello Ugone, in modo, tra l’altro, legittimo, proclamandosi Giudicessa d’Arborea. A circa 36 anni d’età, il suo obiettivo, dopo aver riunito i territori governati dal padre, era quello di unificare la Sardegna intera; alcune parti erano infatti controllate dagli Aragonesi, che grazie alla fermezza e alle doti politiche di Eleonora, non l’avevano mai conquistata completamente. Alla morte della giudicessa, dopo un regno lungo e prosperoso, gli Aragonesi conquistarono interamente il territorio sardo.

Trascrizione intervista a Marco Tullio Cicerone, effettuata il 7 dicembre 63 a.C. dal nostro Romeus Minutulus

13 gennaio 2021 Roberto Puzzanghera 0 commenti postato in cultura, interviste

- INIZIA LA TRASCRIZIONE -

ROMEUS: Buonasera Signor...

CICERONE: Console!

ROMEUS: Certo, mi scusi, Console Marco Tullio Cicerone.

[CICERONE SI SIEDE E OSSERVA LA STANZA CON INTERESSE AGGIUSTANDOSI LA TOGA]

CICERONE: Sono qua per l’intervista, giusto? Lei ha letto il mio libro?

I sardi questi sconosciuti

2 giugno 2020 Francesco Ledda 0 commenti postato in cultura, sardegna

Benvenuti cari lettori al secondo articolo sull’identità sarda.

Oggi andremo a vedere un lasso di storia molto ampio ma estremamente importante per i Sardi.

Il periodo che tratteremo va dal nuragico fino all’arrivo dei fenici. Questa divisione temporale è data dal fatto che le definizioni di nazione, stato e popolo sono difficilmente applicabili a civiltà così remote storicamente e quindi con una concezione della società molto diversa dalla nostra.

Quello che possiamo indagare è la visione che si aveva dei Sardi da parte degli altri popoli (visto che abbiamo poche fonti autoreferenti). È una vicenda ricca di misteri e di ipotesi, che spaziano dalle più realistiche alle più fantasiose e per onestà intellettuale opterò per raccontare più punti di vista possibili.