I MATURANDI COMMENTANO… e voi che dite?

8 giugno 2018 di Michele Dessena e Francesco Ledda0 commenti postato in pacinotti

In questi giorni è stata emanata l’annuale circolare della Dirigente riguardo l’abbigliamento consono da indossare durante il fatidico esame di maturità. Tanti giornali hanno ripreso la notizia con stupore, noi di Novus abbiamo deciso di intervistare qualche diretto interessato.

  1. E’ vero che anche presentarsi bene ha il suo significato?

    Laura Pistis(5B): si, perché da come ti vesti le persone possono farsi un’ idea su di te e penso che la prima impressione conti molto.

    Ludovica Nucifora(5B): anche io penso che la prima impressione sia molto importante, specialmente in sede d'esame.

    Elena Littarru(5C): si, è la prima cosa che si nota di una persona.

    Enrica Pulisci(5C): si, perché le persone sono condizionate da come ti presenti.

    Mattia Sisto (5B): si, ormai siamo nel mondo degli adulti e nonostante solitamente mi vesta semplicemente, trovo importante vestirsi bene per certe occasioni.

    Lorenzo Masala(5B): si, perché la prima impressione la si ha da quello che vedi e, per come sono stato educato, credo che in certe occasioni sia necessario vestirsi bene come ha detto Mattia.

    Pietro Nonnis (5C): certo, è importante vestirsi bene perché più una persona ha a cuore un occasione, più avrà piacere a presentarsi bene.

    Claudio Giordani (5C): assolutamente si, però ti presenti bene solamente per fare una bella figura e non rappresenta la persona.


  2. Se non ci fosse stata la circolare come ti saresti vestito?

    Laura e Ludovica (rispondono assieme): bene ed in modo formale.

    Elena: con un abbigliamento semplice ed adeguato come un vestito o una tuta non esageratamente sfarzosa.

    Enrica: con un semplice vestito bianco consono alla situazione.

    Mattia: per l’orale mi sarei sicuramente vestito elegante però per lo scritto, dovendo stare diverse ore seduto, mi sarei vestito in maniera più comoda.

    Lorenzo: solitamente mi vesto sobriamente ed in modo abbastanza consono però per l’esame avrei fatto ancora più attenzione.

    Pietro: non avrei indossato i pantaloni lunghi per il caldo però mi sarei vestito comunque abbastanza elegante (sempre che venga ammesso).

    Claudio: io a differenza di Pietro avrei indossato i pantaloni lunghi e per l’orale avrei messo una camicia.


  3. Vestirsi in un certo modo ha rilevanza sociale o è solo un dato di personalità?

    Laura : chi ti conosce poco ti inquadra in una categoria in base a come ti vesti, a volte in modo errato.

    Ludovica: molte volte il modo di vestire ci inquadra in un certo gruppo sociale, quindi penso che spesso si possa inquadrare una persona dal suo modo di vestire.

    Elena: penso che il vestire non incida più di tanto sull’intenzione di relazionarmi con le persone.

    Enrica: la penso come la mia compagna infatti mi viene davvero difficile inquadrare una persona solo dal suo modo di vestire.

    Mattia: il modo di vestire riflette senza dubbio la personalità. Ha rilevanza sociale perché la gente guarda come sei vestito e spesso giudica.

    Lorenzo: la penso esattamente come Mattia.


  4. Quanto incide il capire con chi ci si deve relazionare con il proprio modo di vestire?

    Pietro
    : incide molto, io per esempio negli esami del conservatorio mi vesto sempre in maniera elegante per sembrare più serio.

    Claudio: incide parecchio e penso che, per molte persone, il vestirsi bene sia sinonimo di qualità.

 

Michele Dessena e Francesco Ledda

 



Vedi anche: PACINOTTI. L’invito della preside in vista degli esami al via il 20 giugno con lo scritto di italiano (l'Unione Sarda del 7 giugno 2018, contiene il servizio di Videolina

Aggiungi un commento